CCNL orafo argentieri e gioielleria: ancora welfare nell’ipotesi di accordo

23-02-2022
CCNL orafo argentieri e gioielleria: ancora welfare nell’ipotesi di accordo

Il 23 dicembre 2021, dopo un anno e mezzo di trattative, tra Federorafi e Fim Fiom e Uilm, è stata sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del CCNL per gli addetti del settore orafo argentiero e della gioielleria, che era scaduto il 30 giugno 2020.
Tra gli aspetti qualificanti del nuovo CCNL, all’articolo 43 ricorre nuovamente il welfare. Durante il triennio di vigenza dell’accordo l’azienda ha l’obbligo di mettere a disposizione dei propri dipendenti entro il mese di giugno “strumenti di welfare […] del valore di 200,00 euro da utilizzare entro il 31 maggio dell’anno successivo”.

Welfare aziendale: quali lavoratori hanno diritto ai 200 euro definiti nel CCNL orafi?

Il contratto decorre dal 23/12/2021 e scade il 31/12/2024. Durante il triennio di vigenza hanno diritto a quanto previsto i lavoratori che, superato il periodo di prova, sono in forza al 1 gennaio o sono stati successivamente assunti entro il 31 dicembre.
I beneficiari sono i lavoratori con contratto a tempo indeterminato e con contratto a tempo determinato che abbiano maturato almeno tre mesi, anche non consecutivi, di anzianità di servizio nel corso di ciascun anno (1 gennaio – 31 dicembre).
Il valore dei flexible benefit non è riproporzionabile per i lavoratori part time.

Perché riconoscere flexible benefit ai lavoratori?

L’articolo 43 ricorda anche gli obiettivi per cui assegnare 200 euro in flexible benefit ai lavoratori: azienda e sindacati, tenendo conto delle esigenze del lavoratori, dell’organizzazione aziendale e del rapporto con il territorio, dovranno offrire una gamma di beni e servizi coerente con le caratteristiche dei dipendenti. La proposta di welfare dovrà essere finalizzata a migliorare la qualità della vita personale e familiare, dando particolare privilegio alle finalità di educazione, istruzione, ricreazione e assistenza sociale, sanitaria o di culto.

Il supporto di Assolombarda Servizi

Il team di Assolombarda Servizi, con un’esperienza pluriennale in materia di welfare aziendale, potrà supportare la tua impresa nell’individuazione della strategia migliore di assegnazione dei €200 di flexible benefit previsti dal CCNL, integrandoli in un piano di welfare già avviato o ancora in fase di sviluppo.
Le nostre soluzioni tailor made e in full outsourcing partono da un’analisi socio-demografica e retributiva e, attraverso il dialogo integrato e multidisciplinare con i settori fiscale, sindacale e di lavoro e previdenza di Assolombarda, conduciamo l’azienda alla fase operativa del piano, attraverso attività di comunicazione e formazione che renderanno il piano di welfare aziendale ancor più efficace.

Per avere maggiori informazioni o per organizzare un appuntamento di approfondimento one-to-one e conoscere le nostre soluzioni, rivolgiti ai nostri service manager.

Per approfondire gli aspetti dell’ipotesi di accordo del CCNL Orafo Argentieri clicca qui.

Contatta il service manager
di riferimento

Francesca Perugini
Service Manager Welfare

Richiesta di consenso
Letta e compresa l’informativa privacy ai sensi dell’art. 13 GDPR, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Assolombarda Servizi S.p.A. per attività di marketing, quali l’invio di comunicazioni commerciali, la vendita diretta, le ricerche di mercato e le indagini per la rilevazione della soddisfazione, attraverso e-mail, chiamate telefoniche tramite operatore, sms e posta tradizionale [par. 2, lettera b) dell’informativa]


Jacopo Barbazza
Service Manager Welfare e Contabilità

Richiesta di consenso
Letta e compresa l’informativa privacy ai sensi dell’art. 13 GDPR, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Assolombarda Servizi S.p.A. per attività di marketing, quali l’invio di comunicazioni commerciali, la vendita diretta, le ricerche di mercato e le indagini per la rilevazione della soddisfazione, attraverso e-mail, chiamate telefoniche tramite operatore, sms e posta tradizionale [par. 2, lettera b) dell’informativa]