Fringe Benefit: la franchigia passa da 600 € a 3.000 €

23-11-2022
Fringe Benefit: la franchigia passa da 600 € a 3.000 €

Dopo il raddoppio dei fringe benefit ufficializzato che prevedeva il passaggio da 256 € a 600 €, il decreto Aiuti-quater pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 novembre 2022 prevede un incremento della soglia di esenzione fiscale dagli attuali 600 € a 3.000 €, in via eccezionale.

La misura è prevista attualmente solo per l’anno 2022.

Cosa prevede l’innalzamento della soglia sui fringe benefit

La misura che innalza la franchigia da 600 € a 3.000 € permetterà alle imprese di destinare ai propri dipendenti una serie di beni e servizi di welfare aziendale, per un valore massimo defiscalizzato ampiamente aumentato (quasi 10 volte la cifra iniziale di 256 €).

L’intervento si inserisce in una serie di iniziative che permettano ai lavoratori di affrontare il momento di criticità soprattutto su alcune spese: ricordiamo infatti che è attualmente possibile utilizzare il proprio conto welfare per chiedere, tra le altre opzioni, anche il rimborso delle utenze domestiche (acqua, luce e gas).

Un segnale importante, che contribuisce in maniera efficace ad aumentare il potere d’acquisto dei lavoratori e a offrire un supporto economico per affrontare un vasto panorama di bisogni legati alla vita quotidiana.

Soggetti beneficiari dell’innalzamento della franchigia sui fringe benefit

La norma sui fringe benefit si applica a tutti i titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati, quindi anche ai collaboratori.

Trattandosi di un’iniziativa di welfare la decisione spetta all’azienda, che non ha alcun obbligo di adottare la nuova misura.

Le erogazioni in natura possono essere corrisposti dal datore di lavoro anche ad personam e senza necessità di preventivi accordi contrattuali.

Per qualsiasi informazione è possibile approfondire l’argomento nella news pubblicata sul sito di Assolombarda.

Il servizio Welfare di Assolombarda Servizi

Il team Welfare di Assolombarda Servizi affianca le aziende nell’implementazione e nell’aggiornamento dei piani di welfare aziendale in linea con la normativa.

E’ possibile contattare i referenti del team Welfare per ogni approfondimento legato alle piattaforme in uso anche alla luce delle attuali modifiche.

 

 

Contatta il service manager
di riferimento

Francesca Perugini
Service Manager Welfare

Richiesta di consenso
Letta e compresa l’informativa privacy ai sensi dell’art. 13 GDPR, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Assolombarda Servizi S.p.A. per attività di marketing, quali l’invio di comunicazioni commerciali, la vendita diretta, le ricerche di mercato e le indagini per la rilevazione della soddisfazione, attraverso e-mail, chiamate telefoniche tramite operatore, sms e posta tradizionale [par. 2, lettera b) dell’informativa]


Marina Dalcerri
Service Manager Payroll e Welfare

Richiesta di consenso
Letta e compresa l’informativa privacy ai sensi dell’art. 13 GDPR, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Assolombarda Servizi S.p.A. per attività di marketing, quali l’invio di comunicazioni commerciali, la vendita diretta, le ricerche di mercato e le indagini per la rilevazione della soddisfazione, attraverso e-mail, chiamate telefoniche tramite operatore, sms e posta tradizionale [par. 2, lettera b) dell’informativa]


Jacopo Barbazza
Service Manager Welfare e Contabilità

Richiesta di consenso
Letta e compresa l’informativa privacy ai sensi dell’art. 13 GDPR, per il trattamento dei miei dati personali da parte di Assolombarda Servizi S.p.A. per attività di marketing, quali l’invio di comunicazioni commerciali, la vendita diretta, le ricerche di mercato e le indagini per la rilevazione della soddisfazione, attraverso e-mail, chiamate telefoniche tramite operatore, sms e posta tradizionale [par. 2, lettera b) dell’informativa]