La gestione sostenibile della catena di fornitura

24-05-2021
La gestione sostenibile della catena di fornitura

In un contesto economico sempre più veloce e globalizzato, è spesso più conveniente per le aziende esternalizzare una parte consistente delle attività e dei processi produttivi. Questa pratica però non viene senza rischi, specialmente a livello reputazionale e finanziario.

La perdita di controllo su filiere di forniture progressivamente più ampie e disaggregate ha fatto emergere, negli ultimi anni, il tema della gestione sostenibile della catena di fornitura, inizialmente per gli impatti reputazionali ad esso connessi, ora sempre più come strategia di business capace di garantire la solidità e la competitività.

Perché il tema della gestione sostenibile della catena di fornitura è (sempre più) importante?

Il tema della gestione sostenibile della catena di fornitura è diventato nel tempo sempre più importante per almeno tre ordini di motivi:

  1. le catene di approvvigionamento sono i motori dell’economia globale: si stima che ne rappresentino l’80% del commercio globale e, per questo, agire per renderle più sostenibili significa premere una delle leve più importanti per creare un impatto positivo nel mondo.
  2. una sempre maggiore attenzione viene posta, sia a livello istituzionale che dai mercati stessi, al se e come le aziende gestiscono le proprie filiere in maniera sostenibile.
  3. attraverso una gestione sostenibile della propria filiera è possibile continuare a garantire la qualità dei propri prodotti o servizi, gestire al meglio i propri rischi operativi e reputazionali e soprattutto assicurarsi la business continuity generando impatti economici anche molto significativi.
Cosa significa, in concreto, gestire in modo sostenibile la propria catena di fornitura?

La sostenibilità nella catena di fornitura si sostanzia in una gestione sostenibile, dal punto di vista sociale e ambientale oltre che economico, di tutti i processi di approvvigionamento, produzione e distribuzione attivati direttamente dall’impresa o a essa riconducibili attraverso i propri fornitori.

In questo senso, per avviare il processo di gestione sostenibile della sua catena di fornitura, ogni azienda, concretamente, dovrebbe:

  • mappare e valutare i principali rischi all’interno della sua catena di fornitura;
  • definire politiche, sistemi di gestione e strumenti che consentano di garantire una gestione sostenibile della catena di fornitura;
  • creare check list di controllo e condurre audit di seconda parte sui fornitori;
  • definire ed implementare programmi di supporto ed engagement rivolti ai fornitori.

Sono sempre più numerosi i riferimenti e gli strumenti a supporto della pianificazione ed implementazione di quanto necessario in questo senso. Per essere efficace, la cosa più importante è che il tutto sia gestito in una logica di business e integrato all’interno dei propri processi di gestione degli acquisti. 

Come si inserisce il tema della sostenibilità della catena di fornitura nel tessquuto imprenditoriale italiano?

Il tema della gestione sostenibile della catena di fornitura riguarda qualunque tipologia di azienda, indipendentemente dal proprio settore di business e dalle proprie dimensioni. Questo ha un particolare impatto sulle Piccole e Medie Imprese quando queste sono inserite nelle catene di fornitura di aziende più grandi e strutturate che, con attenzione, presidiano il tema. E sempre più spesso, le aziende di grandi dimensioni, per ragioni in parte connesse alla competitività, in parte in risposta alle sempre più pressanti aspettative che provengono sia dal mondo istituzionale che dai mercati stessi.

Come possiamo supportare le aziende nell’individuazione delle opportunità giuste per loro?

Assolombarda e Assolombarda Servizi hanno perfezionato un percorso per guidare le imprese verso la sostenibilità. Il nostro Servizio integrato consente di analizzare la catena di fornitura e, a valle di una mappatura e valutazione dei principali rischi, definire politiche e strumenti finalizzati a garantirne una gestione sostenibile, includendo i programmi di supporto ed engagement dei supplier e un eventuale percorso di valorizzazione e comunicazione verso l’esterno delle attività implementate.

Contatta il service manager
di riferimento

Stefano Colognesi
Service Manager Formazione Business Skills